Ricerca personalizzata

giovedì 4 aprile 2019

DUMBO E JOKER: LA SOLITUDINE DI DUE PICCOLI CLOWN


Considerati due piccoli "mostri", sia Dumbo che il Joker rappresentano l'emarginazione del diverso. Entrambi diventano piccoli clown per necessità, come unica possibilità di salvezza in un mondo pieno di cattiveria. Se per Dumbo la diversità diventa un talento positivo che lo porterà alla salvezza (il classico lieto fine), per il Joker l'essere altro lo trasformerà in un caso patologico, un folle criminale senza possibilità direcupero.
Tim Burton è stato l'artefice del Joker di Jack Nicholson, il precursore di tutti i villain che si sono susseguiti nei film dark della serie di Batman. Ora però con Dumbo smussa il lato oscuro aprendo al mondo circense palesemente ispirato a Fellini, un dramma onirico che recupera e riapre una strada visionaria raccontata con gli occhi di chi è innocente, che nonostante i torti subìti è incapace di odiare e infatti vince. Da questo punto di vista Burton potrebbe essere di nuovo il precursore di una tendenza, visto che dopo i suoi Batman i film sui supereroi si sono moltiplicati in maniera esponenziale.
Sarà interessante comunque vedere il Joker di Todd Phillips, con le sembianze di Joaquin Phoenix, perchè per la prima volta il freak rivale di Batman è il protagonista della storia, una sorta di dietro le quinte della vicenda umana e personale di un comico fallito, ma che da criminale talentuoso mantiene l'aspetto di un clown delirante.
Il film sul Joker uscirà nei cinema ad ottobre, ma nel frattempo potete vedervi l'elefantino volante Dumbo (tra l'altro con l'ex Batman Michael Keaton e l'ex Pinguino Danny De Vito) approfittando dei Cinema Days.

Il Blog di White Moon (@aleroticiani)

Il Blog di @ValeAl

Image and video hosting by TinyPic